copyright ©  www.ecodellabrigna.it  -  realizzato e curato da Vincenzo Di Grigoli
periodico bimestrale di informazione religiosa cultura e attualità
CO DELLA BRIGNA
ultima edizione online ultima edizione online Add your one line caption using the Image tab of the Web Properties dialog

Please Install The Flash Player

Add your one line caption using the Image tab of the Web Properties dialog
e
Add your one line caption using the Image tab of the Web Properties dialog

n°114 l’editoriale di Don Enzo Cosentino

Add your one line caption using the Image tab of the Web Properties dialog
Il   21   novembre   scorso   ricorreva   il   260°   anniversario   della   morte   di   P.   Giorgio   Guzzetta, avvenuta   a   Partinico   nel   1756.   L’Eparchia   ha   ricordato   la   figura   del   religioso   dell’ordine   di San    Filippo    Neri    con    varie    celebrazioni    a    cui    hanno    partecipato    illustri    studiosi.    Gli Arbëreshë   di   Sicilia   devono   molto   a   P.   Giorgio   Guzzetta,   padre   e   custode   della   nostra Chiesa   eparchiale;   il   suo   attaccamento   alla   Comunità   arbëreshë   di   Piana,   e   non   solo, l’amore   verso   la   tradizione   greco-bizantina,   la   fedeltà   al   Vescovo   di   Roma,   il   suo   desiderio     di   lavorare   per   l’unità   delle   Chiese   ortodosse   con   la   Chiesa   cattolica,   lo   hanno   sollecitato   a fondare   a   Piana   una   Congregazione   per   formare   dei   missionari   da   inviare   in   Oriente   per testimoniare l’amore cristiano e suscitare nei fratelli separati il desiderio dell’unità.…
L’Italia    è    un    paese    ricco    di    tradizioni,    se    consideriamo    l’ambito    enogastronomico    ci accorgiamo   che   ogni   regione   può   vantare   una   o   più   sagre   tipiche   in   cui   un   singolo   cibo rappresenta    il    grande    protagonista    della    festa.    Se    scorriamo    la    lunga    lista    di    questi appuntamenti    ci    accorgiamo    che    c’è    proprio    l’imbarazzo    della    scelta:    dalla    sagra    del Torrone    di    Cremona,    alla    festa    della    Polenta    di    Vigasio,    dal    Peperoncino    Festival    di Diamante,   al   Tumact   me   Tulez   di   Barile,   dalla   Sagra   del   Pistacchio   di   Bronte,   al   Cous   Cous Fest   di   San   Vito,   dalla   Sagra   del   Ficodindia   di   Roccapalumba,   alla   Sagra   della   Castagna   di Mezzojuso e così via. Uno dei tanti motivi per cui il nostro Paese è famoso, oltre che per la cultura,   l’arte,   le   bellezze   paesaggistiche,   è   proprio   per   il   suo   cibo;   a   questo   poi   si   aggiunge il carattere allegro…

Sagra della Castagna: è tempo di bilanci di Cesare Di Grigoli

A   Messina   arrivammo   ancora   a   notte   fonda;   le   piazzole   per   gli   imbarchi   erano   vuote   e   la prospettiva   era   di   aspettare   l’alba   in   attesa   che   ripartissero   le   corse   per   Villa   San   Giovanni. Decidemmo    però    di    avvantaggiarci    cercando    una    biglietteria    notturna;    la    trovammo. Dopo    avere    dato    un’occhiata    alle    nostre    carte,    l’addetto    ci    disse    che    potevamo    già imbarcare   e   che   saremmo   stati   traghettati   di   là   dello   stretto   quasi   subito.   Ci   disse   pure che    non    dovevamo    pagare    alcun    biglietto    e    che    il    lasciapassare    della    Prefettura    di Palermo   ci   dava   priorità   per   disposizione   governativa.   Lo   guardammo   perplessi   e   un   po’ alluccuti,     ringraziammo     e     ci     accingemmo     all’imbarco.     Il     ponte     sottocoperta     era completamente   deserto   e   così   rimase.   C’era   solo   il   nostro   camion   che   un   marinaio   ci   fece bloccare al centro dello spazio e subito il traghetto cominciò a muoversi. Cercammo il salone passeggeri ove trascorrere

Il terremoto in Irpinia e la nostra solidarietà di Lillo Pennacchio 

Padre Giorgio Guzzetta di Papas Rosario G. Caruso

Nei   giorni   20   e   21   Novembre   si   sono   celebrati   nella   Cattedrale   di   Piana   degli   Albanesi   ed anche   presso   altri   locali   istituzionali   dello   stesso   paese   varie   manifestazioni   in   onore   del     Servo   di   Dio   Padre   Giorgio   Guzzetta   in   occasione   del   260mo   anniversario   della   sua   morte, avvenuta   a   Partinico   il   21   Novembre   del   1756.   Così   il   suo   Biografo,   Giovanni   D’Angelo registra   la   morte   di   Padre   Giorgio:   Morì   in   età   di   anni   75   nel   giorno   vigesimo   primo   di Novembre,     sull’ore     sedici,     consecrato     alla     solennità     della     Presentazione     di     Maria Santissima   al   Tempio.   Partendo   dalla   data   della   sua   morte   il   21   novembre   appunto   del 1756   e   del   luogo   della   morte,   Partinico,   vogliamo   fare   un   viaggio   all’indietro   per   poter meglio   conoscere   ed   apprezzare   questo   sacerdote,   proclamato   dalla   Chiesa   quale   Servo   di Dio, dai Greco-Albanesi di Sicilia quale Apostolo ed Eroe…
Add your one line caption using the Image tab of the Web Properties dialog
copyright ©  www.ecodellabrigna.it  -  realizzato e curato da Vincenzo Di Grigoli  
co della Brigna
Add your one line caption using the Image tab of the Web Properties dialog Add your one line caption using the Image tab of the Web Properties dialog

n°114 l’editoriale di Don Enzo Cosentino

Sagra della Castagna di C. Di Grigoli

Il terremoto in Irpinia di Lillo Pennacchio

 

     

Please Install The Flash Player

periodico bimestrale di informazione religiosa cultura e attualità
e
Add your one line caption using the Image tab of the Web Properties dialog
Il      21      novembre      scorso      ricorreva      il      260° anniversario    della    morte    di    P.    Giorgio    Guzzetta, avvenuta     a     Partinico     nel     1756.     L’Eparchia     ha ricordato   la   figura   del   religioso   dell’ordine   di   San Filippo    Neri    con    varie    celebrazioni    a    cui    hanno partecipato illustri studiosi
L’Italia      è      un      paese      ricco      di      tradizioni,      se consideriamo        l’ambito        enogastronomico        ci accorgiamo   che   ogni   regione   può   vantare   una   o più   sagre   tipiche   in   cui   un   singolo   cibo   rappresenta il   grande   protagonista   della   festa.   Se   scorriamo   la lunga lista di questi appuntamenti ci accorgiamo
A    Messina    arrivammo    ancora    a    notte    fonda;    le piazzole     per     gli     imbarchi     erano     vuote     e     la prospettiva    era    di    aspettare    l’alba    in    attesa    che ripartissero     le     corse     per     Villa     San     Giovanni. Decidemmo    però    di    avvantaggiarci    cercando    una biglietteria notturna; la trovammo. ..

Padre Giorgio Guzzetta di Papas R. Caruso 

 

Nei   giorni   20   e   21   Novembre   si   sono   celebrati   nella Cattedrale   di   Piana   degli   Albanesi   ed   anche   presso altri    locali    istituzionali    dello    stesso    paese    varie manifestazioni    in    onore    del        Servo    di    Dio    Padre Giorgio      Guzzetta      in      occasione      del      260mo anniversario della sua morte…